A chi piace il Porno italiano? E Perchè?

Ultimamente anche grazie alla diffusione ormai quasi totale della grande rete internet, il porno italiano è stato riscoperto nelle camere da letto dei nostri connazionali. Il fenomeno seguito attentamente non solo dalla società civile, ma anche dagli imprenditori presenta percentuali di crescita a due cifre, e sta ridisegnando i confini tra piacere sessuale e pornografia.

Ma a chi piace il porno italiano e soprattutto perché?

Gli utilizzatori del porno.

In maniera riduttiva si potrebbe affermare, senza tema di essere smentiti, che il porno italiano piace a tutti. Esso riesce a coniugare quella dose di eccitazione unita alla conoscenza dei gusti sessuali dei nostri connazionali, e di fatto a sentire le stime, attira quasi tutti i nostri connazionali. Le ragioni sono variegate, e vanno dal piacere di assistere a performance sessuali fino al fatto che ormai il “porno” è stato sdoganato sia dalla società civile, che da quel modo di pensare bigotto che dominava l’Italia, fino almeno agli anni 80. Cosa da non sottovalutare inoltre la grande diffusione dei ritrovati tecnologici, che permettono non solamente la fruizione di filmini porno in ogni momento della giornata, ma anche la messa in opera di performance sessuali da riprendere, video riprendere e a volte condividere.

Ormai nelle tasche dei nostri connazionali gli smartphone e i tablet la fanno da “padroni”, entrambi sono gli strumenti con cui più spesso non solo si visiona il porno, ma si effettuano riprese “compromettenti”, sia di se stessi che del partner.

Il piacere che si prova.

italiano-pornoDa una parte il piacere di guardare performance sessuali, dall’altro la speranza di essere a propria volta guardati. La sottile alchimia del porno italiano, anche di quello amatoriale, sta tutto in questa relazione. Molti sono coloro che provano piacere a spingere più in alto quello che una volta era chiamato “esibizionismo“, producendo filmati “spinti” tra le mura domestiche.

Essi spesso sono i primi fruitori del porno italiano, un porno che indipendentemente dalle grandi produzioni, sta letteralmente decollando. Il piacere che si prova fa inoltre il paio con la sicurezza che si ha, nel fare un’attività estremamente coinvolgente, ma restando al contempo all’interno delle proprie mura domestiche. In tale contesto poi un ruolo determinante la fa la voglia che negli ultimi periodi prende il sopravvento anche nella “vita normale”, quella di “condividere” tutte le proprie esperienze.

Ognuno ha bisogno di essere adulato e se normalmente questo desiderio si esplica nei vari social, tra le lenzuola lo si esercita filmando, facendosi filmare, e guardando i filmati altrui.

Gli utilizzatori del porno.

Si inizia a utilizzare il porno fin da ragazzini, questa è l’età della conoscenza delle “pratiche” erotiche, pratiche che poi faranno parte della “vita normale” di ogni persona adulta. Con il passare degli anni la consapevolezza di non fare nulla di sbagliato amplifica i piacere, piacere che arriva quasi al massimo quando esso è unito ad una relazione stabile. Sono le coppie regolari infatti, alcuni dei più grossi fruitori di porno, coppie che non fanno altro che trarre nuova ispirazione dalla visione dei filmanti, e facendolo rendere più eccitante il loro rapporto.

Con l’avanzare dell’età il porno continua a mantenere il suo fascino, e sono molti coloro che anche durante la terza età si dedicano alla visione dei “filmini”, per cercare ancora di raggiungere il piacere corporale.